Apple ha introdotto l’Airtag nel 2021 e, a quasi tre anni dal suo lancio, non esiste ancora un successore per il dispositivo di localizzazione. Ora sembra che Apple abbia finalmente pensato che sia giunto il momento di sostituirlo con il suo successore e, di conseguenza, sta lavorando allo sviluppo dell’Apple Airtag (2a generazione), secondo un nuovo sviluppo.

Il rapporto secondo cui Apple AirTag (2a generazione) è in lavorazione proviene dal fidato esperto Apple Mark Gurman di Bloomberg. Secondo Gurman, Apple sta sviluppando un AirTag di prossima generazione con nome in codice B589. Secondo quanto riferito, i partner di produzione di Apple in Asia stanno testando il localizzatore di articoli.

Per quanto riguarda ciò che è cambiato con l’Apple Airtag (2a generazione) rispetto al dispositivo di prima generazione, Gurman afferma che il tracker sarà dotato di un chip migliore e di funzionalità di localizzazione migliorate e per ora è tutto. Se ci sono ulteriori modifiche al prodotto di seconda generazione, al momento non sono note o potrebbero non essercene altre oltre a quelle menzionate, il che lo renderebbe solo un aggiornamento minore.

Leggi tutto: Google rafforza la sicurezza dei dati su Android, contrastando i tentativi dei ladri

Per quanto riguarda il programma di rilascio, Apple prevede di introdurre il tracker a metà del 2025, ovvero tra un anno. Sarebbe interessante vedere quali altri cambiamenti Apple ha previsto per l’Airtag (2a generazione) e se varrebbe la pena aggiornarlo dal prodotto di prima generazione.

Nel frattempo, sul lato Android, Google ha recentemente aperto la rete Android Trova i miei dispositivi a cui presto dovrebbero unirsi altri tracker basati su Android. L’azienda, qualche tempo fa, ha anche informato gli utenti sui tracker dedicati basati su questa rete che sono in cantiere da produttori come eufy, Jio e altri, che debutteranno nei prossimi mesi. Samsung ha anche un proprio concorrente Airtag chiamato Galaxy SmartTag 2, che ha debuttato lo scorso anno.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M