iPadOS 18 e iOS 18 hanno introdotto una serie di funzionalità di personalizzazione in modo che gli utenti possano rendere i propri dispositivi più personali e soddisfare le rispettive preferenze. Una di queste funzionalità era la possibilità di personalizzare le icone e cambiarne il colore, dove potevi far loro adattare il colore dello sfondo, dare loro un restyling più scuro o cambiarne la tonalità con qualsiasi colore tu volessi. Ecco come personalizzare le icone in iOS 18 e iPadOS 18.

Passo 1

Dopo aver impostato uno sfondo a tua scelta, tocca e tieni premuto uno spazio vuoto nella schermata iniziale finché le icone non iniziano a muoversi.

Passo 2

Tocca “Modificare‘ nell’angolo in alto a sinistra e quindi fare clic su ‘Personalizzare‘.

Passaggio 3

Personalizza le icone di iPadOS 18

Ora apparirà una casella in basso con tutte le opzioni per personalizzare le tue icone. Scegli il tuo tono preferito. Lui automatico L’opzione cambierà il colore delle icone da chiaro a scuro quando la modalità oscura è attivata sul tuo dispositivo e viceversa. Poi ci sono separati leggero E buio opzioni insieme a avevo Opzione in cui puoi scegliere qualsiasi colore e l’intensità del suo tono scorrendo la barra dei colori.

Fase 4

Icone iPadOS 18

Se desideri scurire ulteriormente lo sfondo, tocca l’icona “Sole” nell’angolo in alto a sinistra della casella. Oppure, se non riesci a trovare lo stesso colore dello sfondo, tocca l’icona di selezione del colore nell’angolo in alto a destra della casella. Trascina il selettore sulla parte dello sfondo in cui risiede la scelta del colore, quindi rimuovi il dito dallo schermo. Inoltre, se tocchi il pulsante ‘grande‘, ingrandirà le icone e rimuoverà le rispettive etichette.

Siete pronti! Ecco come personalizzare le icone o farle corrispondere al colore dello sfondo in iPadOS 18 e iOS 18. I nuovi aggiornamenti software per iPhone e iPad introducono anche molte nuove funzionalità oltre la personalizzazione, come Apple Intelligence, un calcolatore di applicazioni per iPad e altro ancora.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M