Google ha annunciato all’inizio di quest’anno che, nel tentativo di proteggere le famiglie e trovare il giusto equilibrio con la tecnologia, consentirà la condivisione delle password tramite il proprio Password Manager in modo che si possano condividere facilmente le proprie password con i propri cari. La funzionalità è ora disponibile come parte di un nuovo aggiornamento di Google Play Services.

Google ha annunciato l’implementazione della condivisione delle password in Google Password Manager come parte dell’aggiornamento di Google Play Services di maggio 2024 (v24.20) tramite una pagina di supporto. “Con questa nuova funzionalità, ora puoi condividere in modo sicuro le tue password con il tuo gruppo familiare in Gestore delle password di Google. Quando condividi una password, i tuoi familiari ne riceveranno una copia nel loro Gestore password di Google, pronta per l’uso”, si legge nell’annuncio.

Tieni presente che la possibilità di condividere le password tramite Gestore delle password di Google è disponibile solo per gli account famiglia. Ciò significa che non puoi condividere le tue password con nessuno al di fuori del gruppo familiare, anche se hanno un account Google. I nomi utente e le password per un particolare sito Web o servizio possono essere condivisi direttamente dal Password Manager.

“Sia che due membri di una famiglia si coordinino con l’asilo nido attraverso un unico account, sia che un bambino consenta ai genitori di accedere ai propri compiti scolastici, condividere in modo sicuro le password non è mai stato così facile”, si legge nella pubblicazione dell’annuncio di Google nel febbraio di quest’anno.

Nel frattempo, Google sta anche preparando nuove funzionalità incentrate sulla sicurezza che verranno implementate entro la fine dell’anno sui dispositivi con Android 10+. Ad esempio, nel caso in cui il tuo dispositivo venga rubato, Google introdurrà un “Blocco rilevamento furto” su Android per mantenere i tuoi dati al sicuro. Il blocco rilevamento furti è una nuova funzionalità che utilizza l’intelligenza artificiale di Google per rilevare se qualcuno ti strappa il telefono dalle mani e tenta di correre, andare in bicicletta o guidare. Se viene rilevato un movimento comune associato al furto, lo schermo del telefono viene bloccato rapidamente, impedendo ai ladri di accedere facilmente ai tuoi dati.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M