Gli smartphone Android sono noti per offrire opzioni e opzioni sotto ogni aspetto, sia esso software o hardware. Per quanto riguarda il primo, il numero di opzioni offerte potrebbe raggiungere un nuovo livello, poiché è emerso un rapporto online che suggerisce che gli smartphone Android potrebbero presto eseguire anche ChromeOS. Questo è ciò che significa.

Secondo un rapporto dell’Autorità Android, Google potrebbe pianificare di supportare ChromeOS sui dispositivi Android. Per chi non lo sapesse, ChromeOS è un software creato per i Chromebook ed è essenzialmente un concorrente di macOS e Windows. Tuttavia, può anche eseguire app Android per una migliore compatibilità con gli smartphone Android e presto potrebbe accadere anche il contrario.

Google stava già lavorando su una soluzione ibrida chiamata Andromeda che combinava Android e ChromeOS, ma il progetto alla fine è stato accantonato perché Google riteneva che non ci fosse bisogno che ciò accadesse in quel momento. Ora, ChromeOS in esecuzione su Android è reso possibile grazie ad Android Virtualization Framework (AVF), una funzionalità introdotta in Android 13 che fornisce un ambiente di esecuzione sicuro e privato per codice altamente sensibile.

Per saperne di più: Rabbit R1: un’app Android che può essere eseguita anche su un telefono Android economico

Secondo la pubblicazione, la società avrebbe iniziato a fornire supporto ufficiale per l’esecuzione di Chromium OS, la variante open source di Chrome OS, sui telefoni Android tramite AVF. Inoltre, hanno dimostrato questa capacità ad altre aziende in contesti privati. Google non ha mai offerto supporto per eseguire altro su AVF in passato, oltre alla sua versione personalizzata di Android chiamata “microdroid”.

Secondo quanto riferito, Google ha dimostrato una versione speciale del sistema operativo Chromium, nome in codice “ferrochrome”, in esecuzione in una macchina virtuale su un Pixel 8 durante un evento privato. Sebbene ChromeOS non fosse in esecuzione sullo schermo del telefono, veniva eseguito il mirroring su un display esterno tramite la funzionalità proprietaria del telefono. La pubblicazione lo ha persino fatto funzionare su una delle sue unità Pixel 7 Pro.

Non si sa quando o se la funzionalità dual-boot di Android e ChromeOS arriverà mai nelle mani del pubblico, ma se lo farà, potrebbe essere un punto di svolta per gli smartphone Android in generale.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M