Per contribuire a mantenere il tuo dispositivo e i tuoi dati al sicuro prima, durante e dopo un tentativo di furto, Google sta introducendo una nuova serie di funzionalità avanzate di protezione dai furti, migliorando la sicurezza dei dati. Queste funzionalità verranno implementate tramite gli aggiornamenti dei servizi Google Play entro la fine dell’anno su miliardi di dispositivi con Android 10+, con alcune funzionalità disponibili in Android 15.

Protezione dei dati migliorata

Con l’introduzione di Android 15, Google impedirà la configurazione del dispositivo nel caso rilevi che è stato rubato. Se un ladro forza il riavvio del tuo dispositivo rubato, non sarà in grado di configurarlo nuovamente senza conoscere le credenziali del tuo dispositivo o del tuo account Google. Ciò rende invendibile un dispositivo rubato, riducendo gli incentivi per il furto del telefono.

È stato inoltre introdotto lo spazio privato per mantenere i tuoi dati al sicuro con un ulteriore livello di sicurezza se utilizzi il sistema operativo Android 15. Quindi, la disattivazione di Trova il mio dispositivo o l’estensione del timeout dello schermo ora richiede il PIN, la password o l’autenticazione biometrica.

Entro la fine dell’anno saranno disponibili protezioni di autenticazione avanzate per determinati dispositivi, in cui saranno richiesti dati biometrici per accedere e modificare le impostazioni critiche dell’account Google e del dispositivo, come la modifica del PIN, la disattivazione della protezione dai furti o l’accesso tramite password, da una posizione non attendibile.

Blocco automatico del telefono in caso di furto

Nel caso in cui il tuo dispositivo venga rubato, Google sta introducendo un “Blocco rilevamento furto” su Android per proteggere i tuoi dati. Il blocco rilevamento furti è una nuova funzionalità che utilizza l’intelligenza artificiale di Google per rilevare se qualcuno ti strappa il telefono dalle mani e tenta di correre, andare in bicicletta o guidare. Se viene rilevato un movimento comune associato al furto, lo schermo del telefono viene bloccato rapidamente, impedendo ai ladri di accedere facilmente ai tuoi dati.

Se un ladro tenta di disconnettere il tuo telefono per lunghi periodi, Blocco dispositivo offline bloccherà automaticamente lo schermo per proteggere i tuoi dati anche quando il tuo dispositivo è offline o, in altre parole, non connesso ai dati mobili o a Internet. Android può anche riconoscere altri segnali che indicano che il tuo dispositivo potrebbe essere nelle mani sbagliate. Ad esempio, bloccherà lo schermo del tuo dispositivo quando vengono effettuati troppi tentativi di autenticazione non riusciti.

Il blocco del rilevamento furti e il blocco del dispositivo offline saranno disponibili per i dispositivi Android 10 e versioni successive tramite un aggiornamento di Google Play Services entro la fine dell’anno.

Per saperne di più: Google prende in prestito la funzionalità di cartella sicura di Samsung e la chiama “spazio privato” in Android 15

Bloccaggio remoto migliorato

Con questo aggiornamento delle funzionalità di sicurezza di Android, potrai bloccare lo schermo del tuo telefono semplicemente inserendo il tuo numero di telefono e lanciando una rapida sfida di sicurezza utilizzando qualsiasi dispositivo. Ciò ti dà il tempo di recuperare i dettagli del tuo account e accedere a ulteriori opzioni utili in Trova il mio dispositivo, incluso l’invio di un comando di ripristino dei dati di fabbrica per cancellare completamente il dispositivo.

Il blocco remoto sarà disponibile per i dispositivi Android 10+ tramite un aggiornamento dei servizi Google Play entro la fine dell’anno. Trova il mio dispositivo è disponibile sui dispositivi Android 5+.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M