Apple ha annunciato un aggiornamento per il MacBook Air, dotato del nuovo chip M3 che abbiamo visto nei modelli iMac e MacBook Pro nell’ottobre 2023. Sebbene il nuovo MacBook Air presenti alcune modifiche rispetto al MacBook Air M2 dell’anno scorso, sono sufficienti per giustificare un aggiornamento o addirittura prendere in considerazione l’acquisto al posto del modello dell’anno scorso? Rispondiamo a questa domanda e ti aiutiamo a decidere.

MacBook Air M3: prezzo, disponibilità

Il MacBook Air da 13 pollici con M3 parte da Rs 1,14,900 e Rs 1,04,900 per l’istruzione, e il modello da 15 pollici dello stesso parte da Rs 1,34,900 e Rs 1,24,900 per l’istruzione. Entrambi sono disponibili nei colori mezzanotte, starlight, argento e grigio spazio. Il prezzo del modello di fascia alta da 13 pollici può arrivare fino a Rs 1,54,990, mentre la stessa versione da 16 GB di memoria unificata + 512 GB di spazio di archiviazione SSD per il modello da 15 pollici può costare Rs 1,74,990.

Il MacBook Air M3 sarà disponibile a partire dal 9 marzo.

MacBook Air M3: specifiche

macbookair con m3

Con M3, MacBook Air è fino al 60% più veloce del modello con chip M1 e fino a 13 volte più veloce del più veloce MacBook Air basato su Intel. Entrambi i modelli offrono fino a 18 ore di autonomia, fino a sei ore in più rispetto a un MacBook Air basato su Intel, anche grazie al nuovo chip.

E con la GPU M3 di prossima generazione, il nuovo MacBook supporta il mesh shading e il ray tracing con accelerazione hardware, offrendo illuminazione, riflessi e ombre più accurati per esperienze di gioco realistiche. Include anche il più recente motore multimediale con supporto per la decodifica AV1, offrendo esperienze video più efficienti e di qualità superiore dai servizi di streaming.

Come l’anno scorso, il MacBook Air ha un display Liquid Retina da 13,6 o 15,3 pollici con fino a 500 nit di luminosità, supporto per 1 miliardo di colori e fino al doppio della risoluzione di laptop comparabili. Inoltre, il nuovo MacBook Air ora supporta fino a due display esterni quando il coperchio del laptop è chiuso.

Inoltre, MacBook Air con M3 è dotato di Wi-Fi 6E, che offre velocità di download fino a due volte superiori rispetto alla generazione precedente. Include anche la ricarica MagSafe e due porte Thunderbolt per il collegamento di accessori, oltre a un jack per cuffie da 3,5 mm.

Tastiera macbook air m3

Nella parte anteriore è presente una fotocamera FaceTime HD 1080p insieme a un array di tre microfoni e supporto per l’audio spaziale insieme a Dolby Atmos attraverso il sistema di altoparlanti. La Magic Keyboard del MacBook Air M3 è dotata di una fila di funzioni a tutta altezza con Touch ID. Per quanto riguarda il software, funziona su MacOS Sonoma.

MacBook Air M3: conviene aggiornare dal MacBook Air M2?

Il MacBook Air M3 è sicuramente un laptop più potente del MacBook Air M2 e questa sembra essere l’unica grande differenza tra i due. A parte questo, il nuovo MacBook Air offre un modulo Wi-Fi 6E più veloce rispetto al Wi-Fi 6 del modello M2 e non pensiamo che farà molta differenza nell’uso quotidiano. Inoltre, supporta fino a due display esterni quando il coperchio è chiuso, mentre il modello M2 ne supporta solo uno.

Ciò che è un po’ deludente, tuttavia, è che il nuovo MacBook Air offre solo 8 GB di memoria unificata e 256 GB di spazio di archiviazione sul modello base. Un laptop Windows comparabile potrebbe facilmente offrire 1 TB di spazio di archiviazione e circa 16 GB di RAM o anche di più in alcuni casi.

In poche parole, se hai un MacBook Air M2, non pensiamo che tu debba passare al modello più recente, poiché il tuo laptop è ancora abbastanza capace fino ad oggi e continuerà ad esserlo negli anni a venire.

Anche se sei un nuovo acquirente, puoi prendere in considerazione il MacBook Air M2 poiché ora è scontato e parte da Rs 99.900, rendendolo un acquisto molto più interessante. Puoi ottenere il MacBook Air M3 solo se desideri tutta la potenza del nuovo chip e il supporto per due display esterni. Se riesci a farne a meno, il modello M2 di MacBook Air sarebbe un’opzione molto migliore anche oggi.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M