L’app Microsoft Phone Link, che aiuta gli utenti a sincronizzare i dati tra Android e PC Windows, presto avrà una nuova funzionalità OCR per le foto archiviate sugli smartphone Android, in modo che gli utenti possano copiare facilmente il testo da tali foto. Ciò renderà più conveniente per gli utenti copiare il testo dalle foto sul proprio telefono Android senza doverli prima trasferire su Windows.

Microsoft Windows 11 ha già la stessa funzionalità, ma tramite lo strumento di cattura, il che significa che gli utenti dovevano prima trasferire le proprie foto su Windows prima di poter copiare il testo dalle immagini. Tuttavia, ora con l’ultimo aggiornamento dell’app Phone Link, gli utenti Android possono copiare direttamente il testo dalle foto sul proprio telefono al proprio PC Windows (tramite Windows Central).

La funzionalità è attualmente riservata agli utenti del canale Anteprima di rilascio, il che significa che sarà presto pronta per essere distribuita al grande pubblico. Una volta aperta la foto di tua scelta su PC Windows tramite l’app Collegamento telefonico, la funzione appare come un’icona di “testo”. Toccando l’icona verrà avviato il riconoscimento ottico dei caratteri, dove sarà quindi possibile selezionare un testo specifico, evidenziare tutto il testo o copiare tutto il testo.

L’app Collegamento telefonico diventa gradualmente più utile man mano che Microsoft continua ad aggiungere funzionalità per comodità dell’utente. Nel frattempo, Microsoft ha anche reso disponibile il suo compagno Copilot Beta AI su Telegram sotto forma di bot.

È possibile accedere a Copilot Beta tramite Telegram su iOS e Android insieme a Telegram per il Web. Microsoft ha anche creato un microsito che descrive in dettaglio le funzionalità di Copilot Beta su Telegram, affermando: “Incontra il tuo nuovo compagno AI di tutti i giorni: Copilot, basato su GPT, ora su Telegram. Partecipa a conversazioni senza interruzioni, accedi alle informazioni e goditi un’esperienza di chat più intelligente, tutto all’interno di Telegram.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M