Il CEO di Apple, Tim Cook, è alla guida di Apple da più di un decennio, ma si avvicina il momento in cui dovrà dimettersi e l’azienda sta già valutando il prossimo potenziale candidato per la posizione. Secondo un nuovo sviluppo, il vicepresidente senior dell’ingegneria hardware di Apple, John Ternus, è in testa alla lista delle persone prese in considerazione per la posizione.

Secondo Bloomberg, “non c’è motivo di ritenere che un cambio al comando sia imminente”, ma ci sono molteplici possibilità su chi potrebbe eventualmente subentrare e Ternus sembra essere il candidato ideale. Secondo le conversazioni con “diverse persone che hanno familiarità con il funzionamento interno di Apple”, se il cambiamento dovesse avvenire presto, il COO Jeff Williams sarebbe quasi certamente nominato CEO.

Il problema, tuttavia, è che “Williams, che quest’anno compirà 61 anni, è solo due anni più giovane di Cook, e addetti ai lavori dell’azienda affermano di credere che ora difficilmente sarà il nuovo capo a lungo termine. Il consiglio di amministrazione di Apple probabilmente vorrebbe un dirigente che, come Cook e Jobs, restasse in carica per almeno un decennio. “Se me lo chiedeste cinque anni fa, era molto chiaro che Jeff stava guidando il gruppo per diventare CEO”, dice un dirigente Apple di lunga data. “Ma la lentezza nell’aggiornare il senior management lascia un problema su chi può essere coinvolto”, si legge nel rapporto.

Per saperne di più: Apple iPad Air 2024 con M2: dovresti considerarlo al posto del Galaxy Tab S9?

Secondo i dirigenti, Cook probabilmente ricoprirà il ruolo di CEO di Apple per almeno altri 3 anni, ma dopodiché Turner, 49 anni, probabilmente assumerà il ruolo. Secondo quanto riferito, è “ben apprezzato all’interno di Apple” e si è “guadagnato il rispetto di Cook, Williams e altri leader”. “Mi piace molto Tim perché sa fare una buona presentazione, è molto calmo, non mette mai nulla di controverso in un’e-mail ed è molto reticente quando si tratta di prendere decisioni”, dice una persona vicina al gruppo dirigente di Apple. “Ha molti tratti manageriali come Tim.”

È chiaro che Apple vuole qualcuno come CEO a lungo termine e con Tim Cook prossimo alla fine del suo mandato, qualcuno molto più giovane di lui sarebbe adatto come sostituto. Altri dirigenti Apple molto amati, come Craig Federighi e Deirdre O’Brien, sono “improbabili successori” di Cook, e altri come Phil Schiller e il capo dell’hardware Dan Riccio “sono alla fine del loro mandato” in Apple, secondo il rapporto. stati.


Fonte www.themobileindian.com

Di Luigi M